L'analisi di TCF - Milan, Agard porta esperienza e leadership

L'analisi di TCF - Milan, Agard porta esperienza e leadership

03/06/2020 - 14:25


Un fulmine a ciel sereno, di quelli inattesi e che portano uno scossone sia sul mercato che negli equilibri e nelle gerarchie della Serie A. Non c'è ancora l'ufficialità, legata anche al periodo e ai tempi tecnici dell'operazione, ma dalla prossima stagione - firmando un triennale - Laura Agard andrà a vestire la maglia del Milan. La domanda che tutti si pongono a questo punto è: cosa può portare la transalpina al club rossonero? Proviamo a rispondere analizzando sia gli aspetti tecnico-tattici sia quelli caratteriali.

Profondità nella rosa e duttilità difensiva - La ragazza nata a L'Union il 26 luglio 1989 arriverà nella città meneghina per ricoprire sicuramente il ruolo da titolare nel pacchetto arretrato milanista dando modo così alla rosa di allungarsi nel suo insieme. Ciò comporterebbe che, se nessuna delle giocatrici in rosa al momento dovesse partire in estate, una tra Laura Fusetti e Stine Hovland verrebbe relegata in panchina; con la norvegese più probabilmente indiziata rispetto all'azzurra.

E se invece giocassero tutte insieme contemporaneamente? Si creerebbe un sistema difensivo a 3 (con Francesca Vitale e Monica Mendes da possibili riserve) alzando sulla linea delle centrocampiste, con compiti "a tutta fascia" (3-5-2) o da tornanti (3-4-3) Linda Tucceri da una parte e Valentina Bergamaschi dall'altra. Tutte valide ipotesi che verranno esaminate da Mister Ganz, il quale ha dimostrato di saper trarre il meglio dalle proprie giocatrici.

Esperienza e Leadership - Tolosa, Montpellier, Rodez, Lione e Fiorentina, a cui addizionare una buona quantità di presenze nella trafila delle rappresentative nazionali giovanili francesi: nessuna nel Milan potrà vantare un numero così alto e al tempo stesso "qualitativo" di esperienze da calciatrice.

Di certo una pedina del calibro di Laura Agard arriva per metterci anche molta della sua leadership nel gruppo. Dote che alle rossonere potrebbe essere utile anche in Europa qualora fossero in grado di centrare la qualificazione Champions, da giocarsi - ironia della sorte - proprio contro quella Fiorentina che fino a fine anno potrà disporre delle prestazioni della ragazza d'Oltralpe.

Michele Cassano