Tavagnacco, Bonanni: "Ripartire dalle giovani rischio ma anche opportunità"

17/10/2020 - 19:05


Domenico Bonanni, vicepresidente del Tavagnacco, ha parlato sul sito del club facendo chiarezza sulla questione dello stadio a porte chiuse. Non è mancato, inoltre, un riferimento alle difficoltà incontrate dalle friulane in questo inizio di stagione. Queste le sue parole:

Porte chiuse? Ci sono due grandi mondi: una normativa Figc sul calcio femminile piuttosto restrittiva che invita a tenere le porte chiuse. Mentre ci sono normative in alcuni territori che hanno aperto gli impianti a un numero limitato di spettatori con il distanziamento, la misurazione della temperatura e le procedure necessarie a contenere il contagio. Qui per salvaguardare la salute di tutti, abbiamo preferito concentrarci su questioni puramente calcistiche.”

Dopo la retrocessione a tavolino, il nostro progetto doveva ripartire dalla linea verde, dai giovani, dalle ragazze del territorio che vengono dalle categorie giovanili. Questo può rappresentare un rischio, ma allo stesso tempo un’opportunità.