Commento TCF - Cinotti salva l'Empoli, il Napoli perde ancora

17/10/2020 - 10:50


Erano entrambe a caccia di un riscatto dopo la quinta giornata. L'Empoli Femminile a Monteboro era stato superata dal Milan, mentre il Napoli era uscito sconfitto di misura a San Gimignano. La squadra del presidente Carlino è arrivata in terra toscana alla disperata ricerca dei primi punti dopo che quello conquistato sul campo contro l'Inter era stato cancellato dal giudice sportivo.

Spugna schiera Acuti nella posizione di terzino sinistro, avanzando Toniolo al suo posto. Dompig agisce a destra nel tridente offensivo con Elisa Polli a fare da riferimento centrale. Marino deve fare i conti con gli infortuni di Deppy (out sei mesi), Di Marino e Jacynta. Parte meglio l'Empoli che con il suo gioco ragionato e costruito da dietro prova ad imporsi, ma i primi pericoli veri arrivano dalle avanzate ospiti. Cafferata spinge bene sulla destra, Nocchi è attiva sul fronte offensivo. Huchet ed Errico accompagnano bene le azioni e proprio sui piedi della prima capita una buona occasione che però la francese spara alto. Nei primi 45 minuti vince la noia, l'Empoli non riesce a creare il suo solito gioco, il Napoli si difende bene e sporca tutti i passaggi avversari

 Dopo l'intervallo entra Goldoni al posto di Martinez per le partenopee. L'episodio clou avviene al 57' quando Cafferata ferma Toniolo a centrocampo e l'arbitro Scarpa estrae il secondo giallo per il terzino del Napoli. Marino ridisegna la difesa arretrando Dalton e inserendo Capparelli davanti a lei. Nonostante la superiorità numerica l'Empoli non riesce a sfondare né centralmente né sugli esterni. Cinotti inizia a prendere la mira prima tirando rasoterra con Perez che blocca, poi su un rimpallo favorevole calcia alto a tu per tu con l'estremo difensore colombiano. Il terzo tentativo è un colpo di testa debole, poi Prugna sfrutta un liscio di Jansen e serve alla numero 10 un pallone da buttare solo dentro. Il tiro è centrale ma Perez interviene goffamente di piede e la sfera finisce dentro. Siamo all'83' ed il muro napoletano è crollato. Goldoni ha la palla del pareggio ma invece di servire l'accorrente Beil calcia dal limite dell'area senza centrare lo specchio della porta.

Un Empoli meno brillante rispetto alle prime uscite stagionali. Spugna vuole che le sue ragazze giochino sempre la palla rischiando qualcosa. Contro un Napoli schierato bene in campo e sempre pronto a tener corta la squadra, questo non è stato semplice. Dal canto suo la squadra di Marino non riesce a raccogliere i frutti sperati. Dopo sei partite il Napoli è ancora a zero punti, ma non merita questo punteggio. Se la difesa ed il centrocampo hanno retto bene le iniziative avversarie, davanti, con l'infortunio di Deppy, Marino dovrà trovare delle soluzioni. Va bene non prendere reti o prenderne poche, ma per vincere bisogna segnare.

Marco Cicali