Commento TCF - Un brillante Empoli batte 4-1 la San Marino Academy

23/01/2021 - 18:25


E' un primo tempo spettacolare quello che va in scena all'Acquaviva, con un Empoli straripante che in 45 minuti regola già probabilmente la pratica della sfida. La partita inizia con un sostanziale equilibrio, l'Empoli cerca di giocare il pallone, ma il gioco di rottura continuo della San Marino Academy porta i suoi frutti, frammentando molto il gioco e riuscendo a far partire spesso le ragazze di mister Conte in ripartenza.

Tutto cambia però al minuto 17, quando Polli scaraventa in porta un bel cross su punizione di Glionna. Da quel momento l'Empoli continua a premere sull'acceleratore e dopo poco meno di cinque minuti trova anche il raddoppio, sempre dagli sviluppi di calcio di punizione. Glionna infatti tira in porta, Salvi respinge male e Cinotti ribadisce in rete senza particolari difficoltà.

Nonostante ciò, la San Marino non si perde d'animo e tramite una continua partenza dal basso, con veloci verticalizzazioni a pescare soprattutto Muya, agente da attaccante di raccordo, riesce ad imbadire svariati azioni offensive. Proprio dai piedi dell'ex Orobica nasce il gol delle sammarinesi. Muya serve Barbieri, che a seguito di un triangolo con Rigaglia, riesce ad arrivare davanti alla porta e, come suo solito, non sbaglia, siglando il settimo centro stagionale.

Un barlume di speranza che però rimane abbastanza limitato, perché l'Empoli continua a premere sull'acceleratore, sempre mantenendo un continuo possesso palla e rifiugiandosi spesso in duelli individuali sugli esterni, spesso vinti da Dompig e Glionna. Dopo 6 minuti dal gol di Barbieri, arriva ancora il 3-1 empolese, con la rete della 19enne Dompig, alla quale 7 minuti dopo fa seguito la realizzazione di Glionna su un grande assist di tacco di Prugna.

Un primo tempo dalle grandissime emozioni, con l'Empoli che, dopo qualche giornata di appannaggio tecnico, finalmente torna ad esibire un calcio di alta fattura: veloce, verticale e molto ben fatto. San Marino che, pur provandoci, denota una differenza tecnica importante, con la distanza fra i reparti forse troppo eccessiva, soprattutto in fase di impostazione.

Nella ripresa, per ragioni di chiara natura, i ritmi della gara si abbassano notevolmente, con la San Marino Academy che, complice anche il risultato negativo, prova ad imbastire qualche azione offensiva, senza però concretizzare velleità degne di nota. E' anzi l'Empoli che al 50' prende anche un palo con Bellucci su forse l'unica vera azione offensiva toscana.

Conte rivoluzione leggermente la squadra, con Menin che da terzino torna a fare l'esterno alto e l'inserimento di Vecchione, in una sorta di 4-2-3-1 a trazione fortemente anteriore. La squadra sammarinese prova effettivamente a giocare, ma il match risulta molto frammentato fra cambi e meri errori tecnici. L'Empoli, d'altro canto, non si espone a inutili rischi, conservando il vantaggio e amministrando tre punti fondamentali.

Grazie a questa vittoria, la squadra di mister Spugna si conferma al quarto posto, piazzamento che, come dichiarato dal mister ex Juventus Primavera ai nostri microfoni, potrebbe essere l'obiettivo del club. Dopo la pesante sconfitta contro il Sassuolo e alcune prove decisamente sottotono, come quelle contro Inter e Florentia, la squadra toscana torna finalmente a vincere e convincere, tramite le caratteristiche che ben l'avevano contraddistinta in questo inizio di stagione.

Per la San Marino Academy uno stop, non tanto di risultato, quanto di prestazione. La squadra ammirata contro la Fiorentina oggi si è vista, a tratti, solamente nel secondo tempo, dove non ha comunque brillato. Nel primo tempo, però, le ragazze hanno mostrato un atteggiamento forse eccessivamente remissivo, non riuscendo primariamente a  creare una fluidità di gioco. Nonostante ciò, non sono sicuramente queste le partite che la squadra sammarinese deve riuscire a portare a casa. Altri sono gli scontri salvezza e l'Accademy ha ben dimostrato di potersela giocare fino alla fine.

Pierfrancesco Modica