Chievo, Olivieri: "Possiamo e dobbiamo ottenere la salvezza, voglio diventare un riferimento"

07/04/2021 - 18:30


Dopo la vittoria nel recupero contro la Roma CF, il Chievo Verona Women si è fortemente rilanciato in vista del rush finale della stagione dove le gialloblù cercheranno di conquistare la salvezza. Intervenuta ai microfoni di Chievo1929.it, l'estremo difensore Francesca Olivieri ha parlato cosi della società e degli obiettivi di squadra:

"Sono cresciuta in questa società a cui devo molto. Ora mi ritrovo ad essere una donna, mi sento maturata anche al di fuori del campo. È una società che trasmette veri valori e che ti fa sentire davvero a casa. il dirigente Pellissier? Ci segue sempre, vede tutte le nostre partite, se può viene di persona. Ho avuto modo di parlare con lui e si sente che ha a cuore la nostra squadra. Anche se non riesce ad essere sempre presente fisicamente, presta attenzione a quello che facciamo e questo lo percepiamo".

"Io ho iniziato come difensore, poi un anno il nostro portiere si è rotto un dito e non avevamo nessuno a sostituirlo. In realtà a me piaceva ogni tanto andare tra i pali se c’era necessità, per cui mi hanno detto “prova, vai tu”. E da quel momento non sono più uscita ed è stata una fortuna perché è un ruolo che mi piace davvero. Anche se è molto difficile: si passa dall’esaltazione quando fai una parata decisiva alle critiche quando sbagli una partita, penso che la verità stia nel mezzo".

"Obiettivi? Nel presente la salvezza, possiamo e dobbiamo farlo per tanti motivi. Sarebbe bello diventare una società importante per una città che ha la cultura del calcio e tornare a puntare in alto. Un’aspettativa che avevamo per quest’anno anche se poi le cose sono andate in modo diverso. A livello personale mi piacerebbe diventare un punto di riferimento nella società e per le compagne, riuscire a trovare continuità e dare sicurezza al reparto".