Juventus, Montemurro: "Da ex per me è una partita speciale, voglio una squadra cresciuta"

24/11/2022 - 12:20


Si avvicina il testa a testa tra la Juventus e l'Arsenal in Champions League. In conferenza stampa pre-partita il tecnico Joe Montemurro, tra l'altro grande ex proprio delle Gunners inglesi, ha presentato con queste parole il match di questa sera all'Allianz Stadium:

"Ogni partita ha certificato la nostra crescita. Le partite di Champions sono determinate dai momenti della gara, bisogna interpretarli bene per comandarla. Quello che conta è fare gol e non subirne. Dobbiamo essere intelligenti e furbi. Ogni gara porta diverse emozioni, ma questa è più speciale perché sono tifoso della Juve e dell’Arsenal. Ho passato quattro anni a Londra, per me è un'emozione speciale. Ci sono pochi allenatori che possono fare queste esperienze".

"Voglio vedere una squadra cresciuta, ci serve una super prestazione, dovremo fare meglio anche della partita con il Lione.  Contro il Parma non avevo paura. Spero che le emozioni che abbiamo visto siano un elemento per andare avanti. Abbiamo creato tanto anche nelle altre partite, non sempre concretizzando. Le mie lacrime sono state un piccolo sfogo, giovedì sarà un’altra cosa e un altro livello di partita".

"Io non sono un grande motivatore. Non metto i film di Rocky prima delle partite. Se sei un professionista devi sentire le motivazioni in partite come queste. Io alleno un gruppo fantastico da questo punto di vista. L'assenza di Mead? È emozionante per me vedere come è cresciuta in questi due anni. Ha raggiunto qualcosa che ha meritato e che io mi aspettavo. Purtroppo questi infortuni fanno parte della carriera di un giocatore. Sono situazioni tristi ma sono convinto che tornerà più forte di prima. Siamo amici, siamo arrivati all’Arsenal insieme".

TCF