Esclusiva TCF, Isotta Nocchi "tra pallone e archeologia"

Esclusiva TCF, Isotta Nocchi "tra pallone e archeologia"

02/10/2019 - 16:35


Ha appena finito la lezione della mattina. "Studio diagnostica e materiali per la conservazione e restauri. Un progetto scolastico che mi affascina. L’idea è quella di lavorare nel bello. E' un vizio di famiglia visto che mia mamma è architetto. Vivendo a Firenze ho la possibilità di essere a contatto con alcuni dei monumenti più importanti del mondo. Si respira un’aria speciale". 

Isotta Nocchi riesce a portare avanti in maniera parallela le sue due grandi passioni: il pallone e l’archeologia. Due mondi che vive con grande partecipazione. Con uno spirito da attaccante. Il ruolo che ricopre nella Florentia San Gimignano. Isotta si è raccontata in esclusiva con Tutto Calcio Femminile.

"La mia passione per il calcio risale ai tempi della scuola elementare. Con la mia amica Ami giocavamo a pallone nel cortile con i ragazzi durante la ricreazione. Mia mamma mi ha spinto ad andare avanti. E mi ha iscritto a quella che, in passato, era l’unica scuola calcio femminile, la ACF Firenze a San Marcellino. Ho cominciato così e ora gioco in serie A".

I suoi idoli da innamorata del pallone?

"Mutu e soprattutto Ronaldinho. Due veri artisti nel mondo del calcio. Io li guardavo in televisione e cercavo di imitare i loro colpi. Impresa complicata. Ma non ho mai smesso di cercare ispirazione guardando i miei modelli".

E tra le calciatrici chi mette al primo posto?

"La brasiliana Marta. Un’attaccante formidabile capace di numeri incredibili con il pallone tra i piedi".

Insieme alla Sport Manager Group ha individuato un percorso di crescita?

"Intanto voglio completare la mia formazione. Devo crescere e imparare. Poi, vedremo".

La Florentia di San Gimignano si è posta degli obiettivi in questo campionato?

"Ci stiamo conoscendo. Stiamo cercando di capire quale potrebbe essere la nostra dimensione. Il livello della serie A sta crescendo in maniera importante di campionato in campionato. Non ci sono più partite scontate. E questo rende il torneo equilibrato e divertente. Noi della Florentia guardiamo poco la classifica e cerchiamo di crescere gara dopo gara".

Chi vincerà lo scudetto?

"Vedo un testa a testa tra Juve e Roma".

La nazionale torna in campo con due sfide importanti per la qualificazione all’Europeo.

"Mi piace questa Italia. Noi siamo tutte tifose delle azzurre perché sono forti e perchè sono decisive per far crescere il movimento".

 
Tutto Calcio Femminile