Esclusiva TCF - Oliviero: "Napoli realtà perfetta per me"

Esclusiva TCF - Oliviero: "Napoli realtà perfetta per me"

25/10/2019 - 19:25


Un progetto ambizioso con l’obiettivo di arrivare in un anno in massima serie. Il Napoli Femminile ha le idee chiare e punta alla promozione. Il presidente Lello Carlino ha investito tanto per mettere a disposizione di mister Peppe Marino una squadra più che competitiva.  La stagione di serie B delle azzurre è iniziata con il successo in trasferta, a Cesena, sul campo del Castelvecchio gara che si è conclusa sul 2-1. Nella seconda giornata, il Napoli Femminile nonostante la grande prova di qualità sul piano del gioco e le tante occasioni create per portare a casa i tre punti contro il San Marino ha impattato per 1-1 sul campo di Casamarciano.

Ottimo invece l’esordio per il Napoli Femminile in Coppa Italia. Nella prima gara del girone valido per il primo turno la squadra partenopea ha superato 4-1 la Lazio al termine di una gara mai in discussione. Dopo tre settimane di stop del campionato, il Napoli Femminile, dopo l’amichevole di lusso contro la Roma, torna in campo domenica 27 ottobre, alle ore 14,30, a Casamarciano, nella terza giornata della serie B, ancora contro la Lazio.

Protagonista in Coppa contro le biancocelesti, Elisabetta Oliviero, autrice di uno splendido gol dalla distanza. Una vera e propria perla, per un terzino, con il vizio del gol. Classe ’97, nata a Pompei (Na) ma “espatriata” come dice lei a Genova a 4 anni per questioni lavorative dei genitori, Betta è tornata quest’anno nella sua amata Napoli, per un progetto vincente. Dopo le tre stagioni in serie A con il Sassuolo, Oliviero riceve l’offerta del Napoli Femminile, in un giorno speciale: il primo compleanno del suo nipotino. Spengono insieme la candelina ed il desiderio espresso si tramuta in un messaggio che ha cambiato, nuovamente la sua vita.

Restart, come il suo tatuaggio. Si riparte dalla B, con il suo inseparabile numero 13 e la consapevolezza di poter dare il massimo in questa stagione. Betta è brillante, appassionata anche di moda, caparbia e combattiva. Con le idee chiare: mai arrendersi. Ricomincia dalla città che le ha dato i natali, l’accento è quello del nord, ma ha il cuore caldo del sud: “Ho accettato il Napoli Femminile per il progetto e la serietà della società organizzata in maniera eccellente. Avevo voglia di rilanciarmi in una realtà vincente che avesse voglia di investire e qui a Napoli ho trovato la dimensione perfetta. Lavoriamo tanto, senza sosta e subito si è creato un gruppo unito, senza rivalità e scontri”.

Fin dalla tenera età, Oliviero seguiva i suoi 3 fratelli e pur di giocare con loro era disposta a posizionarsi a porta. Un passato da estremo difensore, poi, come nelle più belle fiabe, un osservatore l’ha notata, su quei campetti di cemento e da lì la sua evoluzione, fino a diventare un difensore: “Io di Napoli amo il fatto che ci sono ancora tanti ragazzini che giocano per strada a calcio e si divertono. Mi incanto a guardarli. Cosa che al nord non accade, ma sono consapevole di essere stata fortunata a crescere calcisticamente in queste realtà dove il calcio femminile si è subito diffuso. Il Napoli Femminile è una realtà di primo ordine al sud ed è per questo che ho voluto investire la mia carriera qui”.

Alle porte c’è la sfida contro la Lazio, in casa, ed il Napoli Femminile è alla ricerca della prima vittoria casalinga di questa stagione: “Dalla gara di Coppa Italia siamo uscite più consapevoli dei nostri mezzi. E’ una partita che bisogna vincere e sarà determinante più u carattere che l’aspetto tattico e tecnico. Come si dice a Napoli, ci vorrà tanta “cazzimma”. I due punti che abbiamo perso in casa nella scorsa partita di campionato bruciano un po’ ma il campionato è lungo e sappiamo che dobbiamo lottare tantissimo e dare il massimo in ogni partita. Altro gol contro la Lazio? Il portiere è una mia carissima amica e per giorni abbiamo parlato, prendendoci in giro della rete. Sì, quel gol, l’ho voluto! Ho calciato consapevole che sarebbe arrivato in porta”.

Domenica palla al centro, e si riparte, verso il sogno promozione.

Vittoria Biancardi