Esclusiva TCF - Stefano Lanzo, Tuttosport:"La Juve vuole la Supercoppa"

27/10/2019 - 09:35


In occasione della SuperCoppa, ci siamo messi sulle tracce di una penna che di Calcio Femminile ne sa eccome.

Stefano Lanzo, Tuttosport è la sua tela e lì mette nero su bianco i suoi pensieri. Lo abbiamo riempito di domande e in modo cordiale ci ha risposto.

Che aria si respira in casa Juve?

"L'ambiente bianconero è molto carico, anche perché la Supercoppa è un titolo che ancora manca in bacheca dopo due scudetti e una Coppa Italia. C'è fiducia anche perché la Juventus ha dimostrato di essere una delle squadre più in forma del momento e ora come ora Cristiana Girelli è la giocatrice più decisiva in Italia".

Quanto ci credono gli Agnelli e che approccio hanno con la squadra femminile?

"Andrea Agnelli crede molto nel progetto Women e lo ha dimostrato anche con investimenti importanti, creando una struttura seria e professionale".

 Un'opinione su Guarino e sulle giocatrici più importanti.

"Rita Guarino è uno dei migliori tecnici in Italia, per lei parlano i numeri. E ha un rapporto eccellente con le giocatrici. Di giocatrici ne nomino tre: Laura Giuliani ormai è uno dei migliori portieri in Europa, si è visto anche al Mondiale; Sara Gama è un simbolo del nostro calcio, non solo in campo; Valentina Cernoia è un leader silenzioso, ma in campo si fa sentire ed è il vero ago della bilancia per la Juventus".

Il Mondo del tifo Juve.

"I tifosi che seguono la Juventus sono sempre più numerosi e la passione è assolutamente genuina. Con, in futuro, la creazione di un impianto della misura giusta per numero di spettatori, sarà possibile attirare ancora più pubblico".

Una valutazione sulla Supercoppa, che partita sarà ?

"In Supercoppa la Juventus sarà la naturale favorita, se non altro per quanto si è visto finora in stagione. Ma la Fiorentina sa esaltarsi in sfide da dentro o fuori come questa".

 La Juve può arrivare ai livelli delle altre big europee?

"Per competere in Europa bisognerebbe prima cambiare le regole: le società italiane dovrebbero poter offrire contratti importanti alle giocatrici al top, come succede in Inghilterra, Francia, Germania, Spagna. Altrimenti non sarà possibile puntare alla vittoria in Champions: il divario resta troppo grande."

Caterina Cerino