Inter, Brustia sempre più un fattore per le nerazzurre

Inter, Brustia sempre più un fattore per le nerazzurre

21/05/2020 - 20:05


Martina Brustia, prima della pausa forzata data dal Covid 19, si era sicuramente rivelata una delle giocatrici migliori dello scacchiere tattico dell'Inter di mister Attilio Sorbi. La giocatrice classe ’98 sin da subito ha dimostrato di poter giocare in pianta stabile nel massimo campionato grazie alla sua corsa e determinazione, fattori che si sono rivelati importanti per la fase di interdizione a centrocampo. 

Come riportato in un ritratto a lei dedicato da La Stampa, Brustia fino a questo momento aveva saltato solamente una gara in nerazzurro, ed il suo rendimento era stato proporzionale a quello delle sue compagne: negativo ad inizio campionato ma di certo in ripresa man mano che il torneo proseguiva.

Durante questo periodo di quarantena, la ragazza di Novara ha comunque proseguito ad allenarsi, anche e soprattutto sotto lo sguardo vigile di suo padre Antonio, già allenatore del Barengo Bellinzago e Cerano, oltre che cognato di Roberto Bacchin, ex attaccante di Novara, Bari e Udinese.

Martina per altro si sta anche facendo ben notare con la maglia azzurra. Dopo aver partecipato alle Universiadi in estate, è stata successivamente convocata in uno stage con la rappresentativa U23 di Jacopo Leandri per l’amichevole di novembre in Olanda. Un talento in cerca solamente di una definitiva consacrazione, che potrebbe facilmente non tardare ad arrivare.