Carolina Morace: "Europei? Difficile confermarsi. Sabatino leader vero"

Carolina Morace: "Europei? Difficile confermarsi. Sabatino leader vero"

20/05/2020 - 14:45


Carolina Morace, stella del calcio femminile italiano e non, ha proseguito la sua intervista a Calciomercato24.com parlando del prossimo Europeo in Inghilterra spostato al 2022 e dell'attaccante del Sassuolo Daniela Sabatino. Ecco le sue parole:

"Gli Europei rinviati al 2022 rischio per le più esperte? Abbiamo un problema di numeri che sarà risolto tra qualche anno. Adesso i papà iniziano a portare le figlie a giocare nella Roma, nella Juventus, nella Fiorentina o nel Milan. Diciamo che tutto quello che verrà sarà positivo perché siamo 20 anni indietro. Sarà più difficile del Mondiale perché lì eravamo la sorpresa e questa volta ci conoscono. Speriamo che esca qualche giovane che possa fare la differenza e che ci sia il gruppo di prima, senza esclusioni. Le più grandi sono molto importanti ma credo ci saranno tutte. Solo Sabatino è più grande ma lei è una giocatrice di grandissima esperienza, non dovrà fare tutta la partita e potrà dare una grossa mano".

"Sabatino? Al Sassuolo sta facendo bene, nel Milan si è espressa al massimo livello. Lei è una che i gol li fa. Per me non è solo una calciatrice di un certo modo, lei fa la differenza umanamente. E’ un capitano che pensa alla squadra, non pensa solo ai fatti suoi. La conoscevo perché la chiamai in Nazionale e mi piacque da subito come persona. E’ un vero leader, ha un carisma naturale perché si preoccupa delle altre, fa la portavoce".

"Il premio di Hall of Famer? Di nomination ne ho vissute tante, l’ultima il Golden Foot a Montecarlo dove ho messo le mie impronte sulla Champions Promenade. Quella è una grande emozione perché stare accanto a tutti quei campioni è indescrivibile. Secondo me nel calcio femminile non può entrare una ogni anno nella Hall of Fame, altrimenti diventa una cosa ridicola…".