Napoli, Sibilio: "Adesso il grande sogno è lo Scudetto"

Napoli, Sibilio: "Adesso il grande sogno è lo Scudetto"

30/06/2020 - 13:30


Sara Sibilio, giocatrice simbolo del Napoli Femminile che ha realizzato la doppia promozione dalla C alla A, ha parlato di svariati temi sulle pagine de Il Mattino. Queste le sue dichiarazioni:

La promozione un’emozione indescrivibile, perché sono nata con il Vesuvio di fronte casa. Da giocatrice non potevo desiderare di meglio che una scalata dalla C alla A. Sono veramente senza parole. Emozioni che in poche provano e sono contenta che la società, mister Giuseppe Marino e le ragazze mi abbiano dato l’opportunità di poter scalare insieme la vetta.”

Sin da piccola giocavo con i ragazzi per strada. Le partite del Napoli le ho sempre guardate, così come ho sempre tifato per gli azzurri, anche in C. Prendevo il pallone e andavo a giocare il sabato e la domenica. Da buona napoletana, il sogno sarebbe riuscire a coronare lo Scudetto. Il tricolore manca da molto.”

Se fossimo state tutte a Napoli e avessimo vinto sul campo, il presidente Lello Carlino avrebbe organizzato una super festa: ci avrebbe trattato come regine. Siamo sparse per l’Italia e l’Europa. Il patron sta pensando a qualcosa, ci sarà modo di radunarci. Una promozione non vissuta sul campo è comunque diversa.

Io e la squadra, durante la pandemia, ci siamo subito attivate, perché mio zio Francesco Scarano ha lavorato in prima linea e ha fronteggiato l’emergenza pandemica, insieme ai suoi colleghi. Il nostro sostegno ha ricevuto un buon riscontro in un momento indescrivibile, che ancora desta delle preoccupazioni. Tramite un semplice video, sono contenta che il Napoli Femminile abbia sposato la causa dei medici del Cotugno, che ringraziamo per gli sforzi profusi.

Mio fratello Alessandro è il grande campione (di atletica, campione del mondo U20 nel 2018) in famiglia. Io cerco di essere umile e allenarmi al 100%. Provo a dimostrare di essere affidabile per le ragazze e la società, ricavando spazi utili per il bene del club, che rappresenta una città come Napoli. Alessandro è stato contentissimo della promozione. Sarà presente a Napoli-Juventus.”

Sarà un Napoli competitivo, che cercherà di dire la sua anche su campi difficili contro la Juve, Inter, Fiorentina, Milan. A Napoli c’è quel qualcosa in più che altri non hanno. Dimostreremo, nei fatti, che veniamo da Napoli.