San Marino, Prep Bonopera: "Vi racconto la sfida fra Ciccioli, Salvi e Montanari"

16/10/2020 - 13:30


Deno Bonopera, preparatore dei portieri della San Marino Academy, ha rilasciato una lunga e intrigante intervista a Il Calcio Femminile, in cui racconta alcuni retroscena legati ai tre estremi difensori del club sammarinese: Montanari, Salvi e Ciccioli. Queste le sue parole:

L’infortunio di Montanari è stato un trauma per tutti, specialmente per me, è stata una protagonista della nostra storica cavalcata dalla C alla A.”

Salvi? È stata una trattativa perfetta, gestita come sempre dal nostro Ds Zannoni. Stiamo parlando di una professionista, un’atleta esemplare. Margherita ha giocato in coppa contro il Como facendo un’ottima prestazione. È una ragazza che non giocava dal 5 gennaio, in soli 40 giorni di lavoro si è presentata alla grande. Adesso se la gioca ogni settimana con Gloria.”

Dopo Empoli ci siamo guardati negli occhi e abbiamo subito cercato di dare una svolta alla stagione. Sono state settimane difficili, noi eravamo abituati a vincere, in 2 anni abbiamo perso pochissimo. Ci aspettavano Milan e Juventus, non certo un calendario a favore. Ma abbiamo trovato il modo di reagire con umiltà e lavoro.”

Contro la Florentia la location era splendida, il San Marino Stadium ti porta a fare prestazioni super e a dare qualcosa in più. L’abbiamo preparata bene, è stata una partita difficilissima, ma non volevamo deludere i nostri tifosi. E dovevamo dare continuità alla prestazione di Torino.”

Il “progetto Gloria”  (Ciccioli ndr) è partito il 15 giugno, si è allenata con me nella mia scuola portieri per tutta l’estate, ha fatto sacrifici enormi per allenarsi e tenersi in forma per l’inizio della stagione. È una ragazza umile e intelligente, mi ascolta sempre e ormai basta uno sguardo per capirci. Stiamo parlando di uno dei portieri più giovani del campionato di Serie A, una 2000. L’abbiamo presa da una squadra di metà classifica in C ad Agosto 2019 e guardate oggi dov’è. Queste prestazioni sono il frutto del lavoro e della cura dei dettagli.”

Adesso Montanari entrerà nella “sfida” settimanale per conquistarsi la porta per la partita del weekend. Io amo tenere alta la pressione e creare allenamenti dove tutte devono dare il massimo per guadagnarsi qualcosa.”

La partita di sabato sarà tosta, ma con l’umiltà e la determinazione delle ultime partite possiamo dare fastidio a tutte. Poi come sempre il campo sarà il giudice. Io credo nella salvezza, credo in tutte le nostre ragazze, credo nei miei colleghi e credo nel nostro Ds. Sicuramente siamo una piccola società e siamo arrivati in A in soli 2 anni con gran parte del gruppo della C, molte ragazze sono “cucciole”, ma lotteremo fino alla fine per provare a compiere l’ennesimo miracolo.”