Brescia, Galbiati: "Possiamo fare meglio dell'obiettivo salvezza"

21/11/2020 - 11:35


Elisa Galbiati, difensore del Brescia, è intervenuta sulle colonne di Calcio Femminile Italiano raccontando le motivazioni che l’hanno spinta a sposare il progetto delle Leonesse, indicando anche il profondo motivo della scelta del numero 14. Queste le sue parole:

Ho scelto il Brescia perché qui c’è una società di alto livello, molto organizzata sia a livello di staff che per gli obiettivi che ha avuto. Ha una rosa di qualità. Personalmente ho scelto di venire qui perché riesco a conciliare lo sport con il mio lavoro.

Il 14 è un numero che mi è sempre piaciuto. Ha sempre avuto un valore importante nella vita, visto che sono nata in quel giorno. Poi il fatto che Arianna Varone, ex compagna alla Riozzese scomparsa prematuramente, avesse anche il 14 è stata una motivazione in più per sceglierlo.”

Il gol al Tavagnacco? Segnare è molto bello e per una che non segna costantemente è ancora più bello. Dal punto di vista personale quel gol lo dedico ad Arianna.

Credo che possiamo batterci con tutte: siamo una squadra nata per salvarsi in questo campionato, però credo che possiamo fare più di quello che ci siamo prefissate. Siamo un gruppo che fa tanti sacrifici, cosa che può fare la differenza soprattutto in campo.”

La Serie B quest’anno è molto competitiva, perché è un campionato aperto, nonostante ci siano squadre che puntano a salire, con partite che possono sconvolgere la classifica.

Obiettivi? Sarebbe bello tornare a giocare in Serie A, ma vorrei capire come potrei gestirla con il lavoro.