Esclusiva TCF - Italia, Capotondi: "Mi piace lo slogan 'Più calcio per tutte' e nelle scuole mescoliamo maschi e femminile"

21/11/2020 - 04:30


Terza e ultima parte dell’intervento di Cristiana Capotondi, capodelegazione delI'Italia, alla trasmissione "Tutto Calcio Femminile" su TMW Radio.

"Con la bacchetta magica lavorerei su Lega Nazionale dilettanti e su Lega Pro perché tutto questo desiderio che hanno le bambine di giocare a calcio sia raccolto all’interno del nostro Paese. Quindi lavorerei sulle strutture, sulle squadre".

"Noi siamo un sistema piramidale in cui la Serie A è il nostro fiore all’occhiello. C’è un sistema che proteggere anche la Serie B, la Serie C, gli altri campionati".

"Il nostro slogan potrebbe essere “Più calcio per tutte”. Qualche anno fa era “Meno tasse per tutti” poi “Meno tasse per Totti”. Parlando con Bertolini abbiamo parlato spesso del calcio misto. A volte ci si avvicina a uno sport partendo dalla propria scuola, che sia elementare o media. Se non ci sono i doppi campi per far nascere all’interno dell’ora di Scienze Motorie la squadra femminile si può lavorare anche a livello misto".

"Fino a 12-13 anni possono giocare insieme. Sviluppando grazie al gioco una sintonia maschi-femmine che poi, crescendo, può essere utile anche per combattere certe derive violente. Lo sport è una chiave di formazione straordinaria. Io quando ho iniziato a dare calci lo facevo con i ragazzi. Mi insegnavano loro come mi dovevo mettere, come dovevo calciare. Poi, ci venivano a vedere, vennero tutti per la finale al Flaminio".

TCF (3 – fine)