Triestina, Del Santo: "Questo per noi è un anno zero"

14/12/2020 - 17:00


La Triestina ha approcciato alla Serie C non volendo di certo essere la Cenerentola del torneo. La squadra friulana, già dalle prime uscite, ha infatti testimoniato di voler permanere nella categoria, battagliando ogni singolo minuto della gara. Di questo e altro ha parlato Virginia Del Santo, centrale difensivo classe ’94 del club, ai microfoni di Calcio in Rosa:

Sono un difensore centrale molto grintosa e caparbia, la quale pur non definendosi una giocatrice tecnica non avverte paura, lottando su ogni pallone senza mai darsi per vinta.”

Per molte di noi è la prima esperienza in Serie C, molte vengono da categorie inferiori mentre altre si sono rimesse in gioco dopo infortuni o scarso minutaggio. Per la squadra è indubbiamente un anno zero, una nuova partenza in un torneo in cui ci poniamo l’obiettivo minimo di disturbare ogni squadra che incontriamo, facendo del nostro meglio.”

Siamo un gruppo di ragazze molto giovani e volenterose che sta disputando una buona stagione, giocandosela ad armi pari con tutte le avversarie, esprimendo a tratti un bel gioco, pur consapevoli del fatto che occorre fare esperienza.”

Giocare per la squadra della propria città, rivestire sul petto il simbolo dell’alabarda è un motivo di orgoglio e di responsabilità. Ho visto nascere questa società dagli albori, allorquando giocando nel Montebello ci fu l’interessamento da parte della società maschile della Triestina che poi decise di assorbire il club, investendo nel settore femminile.

Ci siamo fermate a metà Novembre e non avendo gare da recuperare abbiamo continuato la preparazione in maniera individuale per evitare inutili rischi che non ci possiamo permettere di correre.