Portogruaro, Furlanis: "Non siamo state le solite, c'è da migliorare"

12/01/2021 - 08:45


Cocente sconfitta per il Portogruaro nel recupero della sfida contro il Cortefranca. La compagine veneta ha infatti perso 7-0, contro comunque una delle compagini accreditate per la vittoria finale. Della sfida, ai microfoni di Calcio Femminile Italiano, ha parlato Giorgia Furlanis, centravanti classe 2000 del club. Queste le sue dichiarazioni:

Al di là del risultato è stato comunque bello poter tornare in campo, dopo questi due mesi di stop. Sapevamo che le avversarie erano molto brave ma avevamo fiducia e speravamo di fare comunque qualcosa di buono, purtroppo non è stato così. Mi dispiace dirlo ma la squadra che ho visto in campo non era quella di sempre, dobbiamo solo prendere atto e migliorare. Speriamo di fare meglio e sicuramente sarà cosi sin dalle prossime partite, l’importante è non arrendersi. Assenze? Sì certo c’erano molte assenze ma questa non è una giustifica, dobbiamo pensare che al momento siamo queste e su quelle che siamo continuare a lavorare.

Anche Sara Feletti, attaccante classe 1996, ha detto la sua in merito alla sfida: “È stata la prima partita dopo un lungo stop, quasi due mesi dall’ultima gara. Anche se in questi mesi abbiamo continuato ad allenarci con le restrizioni imposte dal periodo, avevamo voglia di tornare a giocare e sarebbe stato più bello farlo davanti al nostro pubblico nel nostro stadio.”

Purtroppo il risultato è stato schiacciante, c’è da fare i complimenti alle avversarie per il loro gioco. Abbiamo mancato l’approccio alla partita, la condizione mentale è venuta a mancare, ma siamo pronte a rialzarci e lavorare ancora meglio per affrontare le prossime partite. Abbiamo già dimostrato di essere una squadra ostica che lotta sino alla fine. Questa è stata la mia prima partita in questa categoria, gara giunta 3 mesi dopo l’infortunio contro il Vittorio Veneto in Coppa Italia. Speravo in un risultato migliore, ma sono sicura di poter togliermi delle soddisfazioni personali oltre che di squadra continuando a lavorare con costanza. Le prossime partite saranno toste, con squadre esperte e che militano in Serie C da anni. Questo non ci deve spaventare, anzi dev’essere una motivazione in più per preparare le partite in modo tale da esprime al meglio quello che sappiamo fare.”