Commento TCF - L'Inter sciupa il triplo vantaggio, che cuore l'Empoli

02/05/2021 - 17:51


L'Inter in cerca di riscatto dopo l'amara semifinale di ritorno della Coppa Italia, la prima di Fabio Ulderici sulla panchina empolese dopo l'inaspettato esonero di Spugna, due squadre che non dovevano fare calcoli vista la salvezza ormai raggiunta. Le motivazioni per vedere una bella partita al Suning Youth Developmente Center c'erano tutte. E bella partita è stata.

L'Inter si affida alla sua corsia destra con Merlo e Marinelli sempre propositive e pericolose. La numero 7 nerazzurra è in giornata super e mette i brividi a Capelletti dopo pochi minuti. Anche Rincon, oggi ispirata, ci prova con un mancino che sfiora l'incrocio dei pali. Fioccano le opportunità per la formazione di Sorbi: prima Baresi spreca dal limite dell'area, poi Simonetti calcia malissimo di sinistro. La pressione nerazzurra viene premiata al 27': cross di Rincon dalla sinistra, Capelletti smanaccia male, Debever è lì e appoggia in rete. La reazione empolese arriva al 38' con Glionna che serve Acuti sul secondo palo, ma la 17 in maglia bianca arriva con il passo lungo e manda fuori. Prima del duplice fischio si attiva ancora l'asse Rincon-Marinelli, Capelletti allunga in angolo.

La ripresa si apre con l'Inter in avanti. Baresi corre fianco a fianco con Knol ed entra in area, di tacco serve Marinelli che si aggiusta la sfera e conclude con un preciso diagonale che porta l'Inter sul doppio vantaggio. Si rivede poi in avanti l'Empoli: Toniolo pesca Cinotti in area, controllo perfetto e destro rapido, Gilardi fa un miracolo e blocca in due tempi. Al 62' colpisce ancora l'Inter: Rincon verticalizza per Marinelli che sfugge alla difesa avversaria, destro e doppietta per la numero 7 nerazzurra. Quando l'Empoli sembra ormai aver tirato i remi in barca, accade l'impensabile. Acuti riceve da Di Guglielmo e scodella in area, Prugna spizza di testa dal dischetto e batte Gilardi pronta all'uscita. L'Empoli inizia a crederci, l'Inter non si scompone. Debever ci prova ancora di testa, ma Di Guglielmo salva tutto sulla linea. Marinelli fa una giocata delle sue ma la mira non è perfetta. All'86' Prugna restituisce il favore ad Acuti mandandola in porta, il destro della numero 17 entra tra palo e Gilardi. Nemmeno il tempo di rimettere il pallone in mezzo al campo che l'Empoli trova il pari con una protagonista inaspettata: Knol riceve un lancio lungo dalle retrovie e sfugge a Bartonova e Alborghetti, il destro dell'olandese finisce all'incrocio. Una conclusione da vera attaccante, come è stata nel suo paese prima dell'arrivo in Toscana.

Un 3 a 3 che mette tutti d'accordo: l'Inter, dopo un ottimo primo tempo, non ha saputo gestire il triplo vantaggio. L'Empoli, dopo un pessimo primo tempo, ha trovato orgoglio e forza per andare a prendere un punto che, al 62', sembrava irraggiungibile.

Marco Cicali