Juventus, Guarino: "La Nazionale sarebbe un onore ma non è nei miei piani ora"

03/05/2021 - 10:40


Una vittoria convincente che avvicina le bianconere al quarto Scudetto consecutivo. la Juventus si rilancia dopo l'uscita dalla Coppa Italia travolgendo la Florentia in campionato. Rita Guarino, al termine della sfida, ha parlato della prova della squadra ma anche del suo futuro ai microfoni di JuventusNews24:

"Serviva una reazione, rifocalizzarci verso l’obiettivo principe di questa stagione, il campionato, lasciandoci indietro un attimo le delusioni e le amarezze. La squadra è partita subito forte, direi che sono soddisfatta. La gara? Quando vuoi dominare una partita non puoi mai permetterti di abbassare l’intensità della gara. Di conseguenza quando si alzano i ritmi crei molte più giocate, offensive. Quando ti addormenti un attimo dai forza alla squadra avversaria".

"Il ciclo di vittorie? Lo Scudetto intanto dobbiamo ancora vincerlo, nel momento in cui questo accadrà, spero al più presto possibile, ci sono subito altri nuovi obiettivi da raggiungere dunque questa è una buona ragione per superare i propri limiti. Questo è un obiettivo davvero importante".

"Bonansea e Staskova? Parliamo di due giocatrici con età e caratteristiche diverse. Abbiamo dovuto gestire bene Barbara perchè è stata fuori parecchio tempo, siamo riusciti a metterla in campo, non si discute il suo valore. Andrea deve esprimere ancora il suo talento potenziale, evidente che si prospetta per lei una carriera di assoluto rispetto. Giuliani? Ha fatto una grandissima parata, il valore non si discute e non è semplice rimanere concentrate quando la palla è così lontana per tanto tempo".

"La Nazionale? Credo che per qualsiasi allenatore sia un grandissimo onore ma non è nei miei piani attuali. Poi in panchina ha un ottimo ct che ha disputato un grande mondiale e un’ottima qualificazione per gli Europei".