Chieti, De Vincentiis: "Abbiamo mantenuto il 2° posto, ma col Pescara era da vincere"

08/06/2021 - 06:00


Alisia De Vincentiis, giocatrice del Chieti Calcio Femminile, ha parlato sul sito del club commentando il deludente pareggio della squadra abruzzese per 1-1 contro il Pescara. Una partita dominata dalle ragazze di mister Di Camillo, che però non hanno mostrato adeguata concretezza sotto porta. Queste le parole della calciatrice neroverde:

Non siamo ovviamente soddisfatte del risultato, ma della prestazione sì. Abbiamo giocato bene ed attaccato tanto. Il loro gol è arrivato su un possibile errore arbitrale, perché la punizione forse era nostra, ma ciò non giustifica la rete che abbiamo subito, visto che sulla respinta del nostro portiere dovevamo arrivarci noi e non l’attaccante del Pescara.

Abbiamo mantenuto lo stesso il secondo posto, ma questa era una partita da vincere. Al novantesimo le quattro occasioni per noi sulla stessa azione? Dovevamo essere più convinte nell’occasione. Io dico che è stata 50% sfortuna e l’altro 50 poca convinzione. Ad inizio stagione non siamo partite con l’obiettivo di vincere il campionato, ma siamo state prime per tanto tempo. Potevamo gestire meglio la cosa, eravamo lì e dovevamo cercare di rimanerci.

Io rispetto sempre le decisioni del Mister, se finora sono entrata poco lui aveva un’altra idea che rispetto come ho detto, io sono la giocatrice e lui il Mister. Ogni volta che gioco cerco di farmi trovare pronta, poi lascio giudicare gli altri sulle mie prestazioni. Ogni partita ha una sua storia, per un fatto di squadra dobbiamo cercare di vincere le due partite che rimangono per poter dire di esserci state fino alla fine ed avere un solo rammarico, la partita a Palermo.”