Esclusiva TCF - Trastevere, Topazio: "Io, il mito Rui Costa e un calcio femminile che deve aprirsi al mondo"

20/07/2021 - 17:45


Seconda parte dell'intervista a Diletta Topazio, centrocampista del Trastevere neo promosso in Serie C. "I miei modelli calcistici? Uno in particolare: Manuel Rui Costa. Mi piaceva il suo talento, la sua eleganza in campo. Sono cresciuta a pane e Milan seguendo il portoghese".

Il pallone è un fantastico compagno di viaggio. Ma la calciatrice del Trastevere ha un'altra vita. Quella lavorativa. "Ho appena finito un dottorato. In questi anni ho lavorato molto all'estero anche alla Banca Centrale Europea". Una cervellona quando smista il pallone in mezzo campo. Una cervellona a livello di studi. "Cosa mi auguro per il calcio femminile italiano? Vorrei che si aprisse di più al mondo, che diventasse più internazionale. Sarebbe bello che, come succede negli Stati Uniti ma anche in Germania, il calcio femminile trovasse il suo giusto spazio nelle scuole superiori e anche a livello Universitario. Questo è il mio sogno nel cassetto".

E intanto è bello ritrovarla protagonista in campo. La Serie B non è un obiettivo. Ma sognare non è vietato.

TCF (2 - fine)