Chievo, Venturi: "Partire con una vittoria era fondamentale, Pro Sesto avversario difficile"

14/09/2021 - 16:35


Bella vittoria per il Chievo Verona Women, che in casa vince 1-0 contro la neopromossa Pro Sesto, grazie al gol della neoarrivata Jelena Marenic. Giacomo Venturi, tecnico della formazione veronese, ha così analizzato l'incontro in una lunga intervista post-partita ai microfoni del club:

“Partire con una vittoria era fondamentale, era il premio che dovevamo prenderci a tutti i costi, perché lo meritavamo, per chiudere il capitolo della stagione scorsa e lo sforzo eccezionale fatto dalle ragazze per raggiungere la salvezza , per iniziare ora un nuovo capitolo, spero il più bello possibile. Faccio un complimento enorme alle ragazze, non era facile.”

“Mi è piaciuto tutto della partita, anche la reazione alla difficoltà. Sapevamo di incontrare un avversario molto difficile, con un atteggiamento intenso nella fase di non possesso e organizzato bene in campo. Abbiamo avuto tante difficoltà, forse troppe per i miei gusti. Questa è però una squadra che riesce ad andare in vantaggio anche nella difficoltà di una partita e a proteggere in tutti i modi il risultato, cercando di incrementarlo. Dobbiamo sempre pensare di farne un altro, perché raramente è sufficiente un gol.”

“Abbiamo avuto qualche buona opportunità per raddoppiare, anche se non tantissime. Mi assumo le responsabilità che abbiamo delle volte nei disimpegni, perché chiedo uno sforzo maggiore rispetto a quello che erano abituate a fare l’anno scorso, perché ritengo che uscire bene da dietro per il nostro modo di giocare, vista la qualità che abbiamo, è fondamentale. Al momento la paghiamo, ma non posso criticare le mie ragazze se sono io il primo a chiedere che bisogna avere coraggio. Ciò non toglie che se l’avversario ti rende la vita difficile, dovremo attirarle più alte in partenza per poi cercare la palla lunga e cominciamo a giocare più avanti.”

“Marenic e Bolognini sono due ragazze che, come tutte le altre, si stanno allenando molto bene dal primo giorno e hanno tantissima qualità. Se c’è qualità, non mi faccio nessun problema a guardare il documento d’identità. Gaia Bolognini si sta allenando bene, era in forma, secondo me poteva assumere il ruolo di mediano già dalla prima giornata e lo ha fatto, in linea con quello che è stato il rendimento della squadra, bene, non benissimo, può fare meglio, però l’impatto lo paghiamo tutti. Jelena Marenic era la tipologia di attaccante che ci mancava, non ne avevamo con queste caratteristiche atletiche e tecnico-tattiche. Ha avuto un piccolo ritardo in preparazione per un leggero infortunio, per cui va aspettata ma bisogna darle fiducia lo stesso. Oggi ha dimostrato le qualità enormi che ha. Questo non toglie che chi non è entrata e gioca in questo ruolo ha grandissime qualità e quindi ogni domenica possiamo scegliere.”

“La sfida di domenica col Cittadella ha un sapore bello, di derby, loro hanno perso di misura contro una delle stra favorite per vincere il campionato (il Como, ndr). E’ dura per tutti, tutte le domeniche, sono tutte partite combattute, quindi dobbiamo giocare bene, impareremo le cose che oggi non sono andate bene e andiamo a Cittadella sapendo che se giochiamo al massimo possiamo batterle.”