6a Giornata di Serie A - La Top11 di TCF

12/10/2021 - 20:30


Tante partite interessanti e le solite sorprese in questa Serie A che regala emozioni senza fine.

Questa è la Top11 di TCF scelta per questa sesta giornata di campionato, anche stavolta ci schieriamo con un 3-4-3:

TAMPIERI - La Sampdoria ha senza dubbio meritato la vittoria ma c'è tanto anche delle mani della sua numero 1 su questi importantissimi tre punti. Almeno tre parate decisive, quella su Njoya vale da sola almeno un punto.

LENZINI - Nei giorni scorsi ha detto che sogna la Champions. Forse non partirà titolare ma sta dimostrando di meritare un palcoscenico assouto. E' cresciuta moltissimo anche nel far partire il gioco dal basso, un qualcosa che ogni allenatore richiede e ricerca alle proprie centrali difensive per creare subito superiorità numerica ed uscire dal pressing avversario.

FUSETTI - La migliore delle rossonere in difesa. Un suo salvataggio è provvidenziale per evitare che la Roma si portasse in vantaggio. Lì c'è tutto lo spirito del difensore che, con tempismo e posizione, si fa trovare al posto giusto nel momento giusto. Contro tante avversarie più veloci di lei regge con il fisico e l'esperienza.

COX - Seconda apparizione di fila per la centrale del Pomigliano. In un match delicatissimo per la lotta salvezza alza un muro contro due attaccanti importanti come Martin e Andersen. In più si rende come sempre pericolosa in avanti su ogni battuta di un calcio da fermo.

CERNOIA - Di lei abbiamo scritto nella pagella che mostra classe ad ogni tocco. Ed è la pura verità. Regala un gol ed un assist mostrando un ottimo stato di forma. Fondamentale in vista del big match europeo contro il Chelsea.

CARUSO - Pronti, partenza, gol. La calciatrice romana ha cambiato le regole del gioco. Al posto del via ha deciso di indirizzare subito la gara con un gol molto importante, decisivo per affrontare il resto della gara con totale tranquillità.

CINOTTI - Grandissima prestazione nel quasi miracolo dell'Empoli sul campo della capolista Sassuolo. La centrocampista empolese è pericolosa per l'intera gara disputando una bellissima prova sotto ogni punto di vista. Nel primo tempo i suoi inserimenti mettono in difficoltà la difesa avversaria ed anche da fuori rischia di pescare un gran jolly. Nella ripresa contribuisce all'assalto finale e segna la rete dell'illusione.

NETO - E' tornata ai livelli che tutti le riconoscevano. Nella passata stagione solo per pochissime partite ci siamo potuti godere una calciatrice che ha fatto la Champions League da protagonista. L'addio alla Nazionale portoghese le regala probabilmente un pò di riposo ed a giovarne è la squadra viola che se la gode al 100%.

TARENZI - La legge dell'ex è inesorabile. Aveva sicuramente voglia di dimostrare che l'ultimo anno interista non aveva fatto vedere la vera Tarenzi. Lo fa nel migliore dei modi, con una doppietta decisiva (e sono 100 e 101 gol in Serie A) che annienta l'Inter e soprattutto regala tre punti fondamentali alla Sampdoria.

LUNDIN - E' arrivata come un tornado nel nostro campionato. Un allenatore che stimo molto mi ha detto che è rimasto estremamente colpito da lei per i suoi movimenti, la sua forza fisica, per come guarda e cerca il pallone. Tutte cose da grande attaccante. Lo dimostra segnando un gran gol e sfiorandone altri di poco, soprattutto per grandi interventi del portiere avversario.

CANTORE - Giù il cappello. Siamo di fronte a qualcosa di speciale. Indirizza la partita dopo 5 minuti con un pallonetto delizioso che solo alcune calciatrici possono fare senza rischiare figuracce. E' imprendibile quando parte per la difesa avversaria. Nella ripresa aveva illuso tutti con il gol del 3 a 0. Esce lei e non è un caso che il Sassuolo sparisce. E' la dimostrazione che l'età è solo un numero, se sei forte sei forte anche da giovanissima.

 

TCF - Jacopo Calamai