Juventus, Montemurro: "Vogliamo fa vedere la forza della Juve in Europa, emozionato per lo Stadium"

13/10/2021 - 09:35


È il grande giorno di Juventus-Chelsea. Le bianconere affronteranno la corazzata Blues per la seconda giornata della nuova fase a gironi della Champions League. Il tecnico delle bianconere Joe Montemurro ha presentato la sfida con queste parole in conferenza stampa:

"Se ce la possiamo giocare con tutti? Sì, ho una rosa molto importante e devo far sentire tutti importanti. Non solo quelle che partono titolari, ma anche quelle che entrano per cambiare la gara. Crediamo nel nostro stile di gioco. Prendiamo questa partita con confidenza e coraggio. Vogliamo fa vedere la forza della Juve in Europa. Per noi è importante confrontarci a questo livello. Misuriamo il nostro livello e così capiamo dove crescere. Dobbiamo confrontarci coi grandi, siamo una società e un marchio che è sempre al top".

"C’è sempre qualche piccolo ritocco. Valutiamo con chi giochiamo e cosa sfruttare. Ma la nostra base è solida e deve essere sempre lì. Sono partite di momenti, di sbagli che loro e noi sfruttiamo. Loro sono più esperti, ma la Juve sa già cosa vuol dire affrontare queste partite. Mi aspetto una partita con grande spettacolo ed emozioni, 2 squadre che vogliono giocare ad alto livello. Arsenal-Chelsea è il vero derby del calcio femminile di Londra. Lo sento un po’ e come tifoso dell’Arsenal il Chelsea non mi sta tanto bene".

"Bonfantini? È una calciatrice importante per noi adesso ma diventerà una calciatrice importante per la Nazionale. Io vidi due minuti dei suoi video alla Roma con Braghin e dissi di prenderla subito. Ha qualità immense. Deve trovare continuità. Deve credere che è forte e dimostrarlo. Lo Stadium? Sono molto emozionato, ogni tanto mi devo pizzicare. Sapete che sono un fan della Juve, sono molto emozionato e molto contento. Voglio fare i complimenti alla società per questo spettacolo. Sono cose della vita che rimangono. Girelli e Bonansea? Stanno bene".

"Zamanian o Pedersen? Difficile rispondere. Siamo contro una squadra che se dai molto spazio, ti fa male. Ma dobbiamo anche palleggiare e capire quando rallentare e quando andare in avanti. Zamanian è molto importante. Valuteremo come affrontare l’avversario".