Juventus, Girelli "Non avremmo potuto avere tecnico migliore di Montemurro, vogliamo provare a vincere anche in Europa"

13/10/2021 - 17:40


Cristiana Girelli, attaccante e una delle leader della Juventus Women, ha parlato sulle colonne di Goal.com analizzando il percorso europeo delle bianconere a poche ore dall'incontro con il Chelsea e spiegando anche la rivoluzione tattica che ha portato Montemurro a Torino. Queste le sue dichiarazioni:

“Montemurro ha un’idea, una filosofia di calcio diversa da quella di Guarino. Penso che sia qualcosa di diverso anche per noi, ma ci divertiamo molto a giocare in questo modo. Sappiamo che per migliorare, per avere questa filosofia, questa idea di calcio, ci vuole tempo. Abbiamo bisogno anche di tempo per migliorare e per allenarci, ma penso che siamo sulla strada giusta. È qualcosa di diverso perché è più di pensare al calcio. Devi creare spazio per qualcun altro. È più gioco di squadra. È divertente perché mi piace anche il modo in cui sono coinvolta in questo gioco. Adesso, ed è un discorso che forse vale anche per il futuro considerando le mie caratteristiche, mi piace anche cercare la profondità e giocare di più magari con il centrocampista o magari fare un assist. In allenamento giochiamo molto con la palla e l’intensità ora è più alta. Forse l’allenamento è più breve ma intenso. Insomma, è tutta questione di possesso palla.”

“Penso che il mister abbia esperienza in Champions League e anche nel calcio internazionale. Dobbiamo solo essere pazienti e credere in ciò che ci continua a dire e insegnare. E’ un grande allenatore, non avremmo potuto avere tecnico migliore: è un grande passo per noi e per il club. Ogni giorno, ogni anno, basti vedere ciò che ha fatto il club nel tempo. Ad esempio l’aver preso Montemurro è un grande segnale. Okay, è vero, abbiamo vinto tanto in Italia. Ma ora vogliamo provare a vincere anche in Europa. Sentiamo di essere in uno dei migliori club al mondo, ed è per questo che cerchiamo di dare il massimo ogni giorno.”

“L’anno scorso in Champions abbiamo mandato un segnale all’andata contro il Lione. Eravamo in vantaggio per 2-1 e poi abbiamo perso 3-2, ma credo che abbiamo mandato un messaggio: ci siamo, stiamo arrivando e l’anno prossimo cercheremo di fare meglio. Ed eccoci qua. Ora tocca a noi perché è una bella esperienza giocare una fase a gironi. Sappiamo che sarà un gruppo duro, ma pensiamo anche di avere una grande possibilità di portare questo club dove merita di stare.”