Lazio, Martinoli: "In Prima Squadra una grande opportunità per me, non me la lascerò scappare"

23/11/2021 - 17:40


Giovane talento classe 2005 già nel giro della Prima Squadra della Lazio Women, Elettra Martinoli si è raccontata sulle pagine di Calcio Femminile Italiano commentando il suo arrivo tra le grandi e la convocazione di sabato scorso in occasione della sfida di campionato contro la Juventus. Queste le sue dichiarazioni:

Nella mia giovane carriera ho giocato prima con le giovanili dell’AS Roma, dove sono rimasta sino all’estate del 2020 quando sono passata alla Lazio. In biancoceleste ho trovato un ambiente adatto a me e alla mia voglia di crescere e confrontarmi in realtà diverse. Qui ho trovato uno staff tecnico e dirigenziale che mi ha sempre seguita da vicino, oltre al preparatore della Nazionale Under 15 mister Scovacricchi, che mi ha sempre spinto a lavorare sodo e con impegno.”

“Durante la scorsa stagione arrivò, del tutto inaspettata, la chiamata del Direttore Bianchessi e l’opportunità della Prima Squadra. Un colloquio in cui ho cominciato a credere che i sogni a volte si avverano, che avere rispetto delle cose e delle persone, anche del proprio talento, è fondamentale. Ho continuato cosi a dare il massimo negli allenamenti e nel campionato Primavera, impegnandomi ad ogni occasione per ripagare la fiducia di coach De Angelis: sono arrivate cosi le fasi finali dove sono arrivate emozioni forti ed indimenticabili.”

“Poi sono arrivate per me altre soddisfazioni: la convocazione in Nazionale Under 17 da parte del Coach Nazzarena Grilli e la chiamata di coach Carolina Morace in Prima Squadra. Sto vivendo un sogno, sono cosciente che è una grande opportunità per proseguire la mia carriera sportiva, non me la lascerò scappare. Lavorare ogni giorno a Formello con compagne così ti fa sentire sempre al top, è qualcosa che si avvicina molto ad una favola. Ora il lavoro sta continuando sotto la guida del tecnico Catini che conoscevo già dallo scorso anno. È un mister serio e preparato, dona rispetto e merita rispetto.”

“La convocazione con la Juventus di sabato scorso è la ciliegina sulla torta di questo inizio stagione. Ero pronta ad entrare e a giocare se Serena non si fosse ripresa dall’infortunio subito in gara, e ritrovarmi tra le grandi del calcio femminile mi ha fatto capire che lavorare con impegno è l’unica strada che voglio seguire. Voglio lavorare ancora e sempre con maggiore determinazione per raggiungere quel traguardo che mi sono prefissata. Sentire la fiducia del preparatore e del mister mi dà una carica incredibile ed essere stata lì con loro in panchina in Serie A mi riempie di soddisfazione. Per il futuro cercherò di farmi trovare sempre pronta qualora ce ne fosse ancora bisogno.