Sampdoria, Pisani: "Difficile portare avanti studio e calcio in Italia, ma lo studente-atleta rende in entrambi i campi"

24/11/2021 - 13:20


Centrale difensiva in forza alla Sampdoria Women, Elena Pisani ha parlato sulle colonne de La Repubblica analizzando le difficoltà che si possono incontrare in Italia a far combaciare studio e sport ad alto livello. Queste le sue dichiarazioni:

“Studiare in America? Ho coronato un sogno. In quarta liceo ho capito quanto fosse difficile portare avanti studio e calcio in Italia. Negli Stati Uniti viene data pari importanza alle due attività, con assenze giustificate, professori comprensivi ed il top nel calcio femminile.”

“Essere delle professioniste sarebbe un ulteriore stimolo. In generale le donne studiano per avere un piano B, ma anche per il piacere di conoscere le cose, a maggior ragione se sono legate al calcio. Non riuscirei solo a giocare, devo trovare altre cose che mi rendano attiva. Attualmente sono libera dalle 15, non fare nulla sarebbe un peccato.”

“L’ultimo anno mi alzavo alle 4.45 per essere alle 6 in campo, alle 8 in aula e poi fare tirocinio, palestra e lezioni al pomeriggio. In Italia sono iscritta alla magistrale al Politecnico di Milano con lezioni a distanza. Non c’è la stessa disponibilità e facilità ad organizzarsi. Penso comunque di riuscire a laurearmi in tre anni. Dopo? A volte penso alla seconda laurea.”

“Lo studente-atleta ha la mentalità giusta per rendere al massimo in entrambi i campi. Non dormivo la notte per studiare prima di un test. Non so quante facessero altrettanto.”