Mister Ardito: "Vi spiego cosa penso su Serie A e B, io ho tanta voglia di rientrare"

12/01/2022 - 17:40


Michele Ardito, ex allenatore fra le altre di Chievo, Florentia e Atalanta Mozzanica, ha rilasciato una lunga intervista sulle pagine di Calcio in Rosa dicendo la sua sulla situazione di classifica di Serie A e B e analizzando anche il suo futuro professionale. Queste le sue dichiarazioni:

“Mi piace creare un grande collettivo che ritengo importante per il lavoro quotidiano. La chiarezza e la sincerità con la squadra, il rapporto con i miei collaboratori è sempre importante, nonchè il rapporto continuo con la società. La preparazione alla gara passa attraverso organizzazione del lavoro tecnico-tattico in campo, attraverso il supporto visivo, e passa anche attraverso la cura dei dettagli fuori dal campo.”

“Penso che la classifica di Serie A rispecchi i valori delle relative squadre in merito ai risultati conseguiti. La Juve merita il primo posto anche per il grande lavoro societario, ritengo meritato il secondo posto del Sassuolo per il bel calcio che propone il mio amico Piovani, il Milan pensavo potesse lottare un po’ di più con la Juventus per il campionato, stesso discorso vale per la Roma che ha una rosa importante, e che credo che farà un bel girone di ritorno.”

“L’Inter con Guarino ha dato sicuramente più concretezza, comunque anche con un mercato estivo di valore. La Fiorentina credo sia in ritardo considerata la rosa a disposizione. In basso, la classifica sembra aver segnato le 3 retrocessioni, ma nel girone di ritorno credo che non tutto sia già segnato, saranno fondamentali le prime 3 gare. Un grande lavoro è stato fatto dalla Sampdoria e dal Pomigliano.”

“Per il secondo posto è veramente difficile decretare il nome, credo che il Sassuolo possa farcela ma dovrà partire forte e non abbassare i ritmi di gioco.”

“La Juventus in Champions ha ottenuto un bellissimo e importante risultato, ora è tra le migliori 8, e credo che darà grande soddisfazione a tutti noi. Montemurro ha dato esperienza internazionale, ma credo anche che sia giusto apprezzare il lavoro della Guarino che ha dato solide basi a questa squadra.”

“Le favorite in Serie B? Credo Como e Brescia e il ritorno del Bari per la volata finale. Il Como forse è più attrezzato tecnicamente, ma il Brescia è molto determinato e non mollerà, poi senza pressioni, penso possa inserirsi e non sarebbe una sorpresa il Chievo, la mia ex squadra, con un grande gruppo.”

“Per il futuro mi vedo su qualsiasi panchina che mi offrirà un progetto importante e ambizioso. Ho tantissima voglia di rientrare e ho seguito tante partite ed allenamenti. Mi aggiorno tanto sulla tattica e su vari principi di gioco. Mi manca lo spogliatoio, il campo e l’adrenalina della partita.”