Commento TCF - Festa salvezza per il Pomigliano, il Napoli scende in Serie B

14/05/2022 - 17:05


Ultimi 90 minuti di Serie A per Napoli Femminile e Pomigliano. Per una delle due sarà massima serie anche tra pochi mesi, per l'altra inizierà una nuova avventura nel campionato cadetto. Allo stadio Piccolo di Cercola Panico si affida al tridente formato da Ippolito, Banusic e Dellaperuta, mentre la coppia Castorina-Domenichetti punta su Erzen e Goldoni a supporto di Jaimes.

L'inizio è a favore del Pomigliano che sfrutta il tridente offensivo per impensierire la retroguardia azzurra e Aguirre. Il portiere del Napoli vede sbattere sull'esterno della rete un sinistro di Dellaperuta poi deve volare su una punizione di Banusic che esce di poco. Goldoni cerca la rete dopo una bella azione di Erzen e Tui ma una deviazione fa sì che sia solo corner. Dellaperuta si gira su Di Marino e calcia, palla che esce di poco. Tentativo anche di Banusic che però strozza troppo il colpo, parata facile per Aguirre. Quando tutto sembra girare a favore del Pomigliano, il Napoli trova il vantaggio con Golob che sfrutta una mischia in area e trafigge Cetinja in spaccata. Reagiscono subito le pantere sull'asse Ippolito - Banusic con la svedese che incrocia il mancino ma trova una pronta risposta dell'estremo difensore avversario. Castorina e Domenichetti devono rinunciare a Sara Tui nel corso del primo tempo, Severini prende il suo posto e la partita sfila fino al 45' con il Napoli che chiude in vantaggio la prima frazione.

La ripresa comincia con le stesse formazioni che hanno concluso il primo tempo e nei primi minuti il Napoli trova il modo di controllare l'andamento della gara. Tra il 61' e il 70' il Pomigliano recupera e ribalta a suo favore la sfida: prima Dellaperuta sfrutta un'invenzione di Banusic e trafigge Aguirre in uscita, poi Ippolito sfrutta un errore di Golob e serve Banusic che salta Aguirre e deposita in rete, infine sempre Banusic ubriaca Golob e piazza il destro angolato per l'1 a 3. Tre ganci che mandano il Napoli al tappeto. I cambi effettuati dalla coppia Castorina-Domenichetti non portano a niente. C'è tempo per un bel destro di Moraca (appena entrata) che sorvola la traversa e per un rasoterra di Pinna che non inquadra lo specchio di poco.

Arriva così l'ultimo verdetto della stagione, quello più crudele per il Napoli Femminile che non riesce a salvarsi per il secondo anno consecutivo. Fa festa il Pomigliano del presidente Pipola che sarà ai nastri di partenza della Serie A anche nel 2022/23. Una vittoria meritata per le Pantere che non si sono fatte abbattere dal vantaggio azzurro e hanno saputo mantenere calma e tranquillità fino a trovare il momento giusto per colpire.

Marco Cicali