Lucchese, Del Prete: "Stagione lunga e difficile, porterò per sempre nel cuore questa prima esperienza in panchina"

22/06/2022 - 11:30


La Lucchese Femminile ha chiuso con una comoda salvezza questa sua stagione nel campionato di Serie C. È stata certamente un'annata particolare in rossonero per Priscilla Del Prete, che ha iniziato come giocatrice e dopo alcuni mesi è passata a dirigere la squadra dalla panchina, mantenendo comunque anche il suo ruolo in campo. Queste le sue parole condivise sui social in merito a questa ultima stagione:

"Siamo giunti al termine di una stagione lunga e difficile, fatta di alti e bassi. Vorrei ringraziare singolarmente tutte le persone che hanno fatto parte di questo cammino, dal primo giorno di preparazione all’ultima partita di campionato. Vorrei ringraziare lo staff di ieri, ma soprattutto lo staff che mi ha accompagnata in questa splendido azzardo. Ringrazio Barbara Pasquini, fisioterapista sempre attenta ad ogni singolo acciacco e ad ogni tipo di prevenzione. Ringrazio i proff Nicola Cortopassi e Gabriele Toschi per aver permesso ad ogni singola giocatrice di poter esprimere al meglio le loro doti fisiche, per aver curato i recuperi funzionali di una rosa corta e per averci permesso prestazioni importanti fino a giugno. Ringrazio mister Tony Carruezzo che mi ha accompagnata in questa giostra; mi ha sempre spronata e ha creduto in me più di chiunque altro. Oggi posso definirlo un grande Amico e un grande Uomo da cui ho imparato tanto. Ringrazio il nostro mitico tifoso Claudio che è arrivato per ultimo ma è diventato subito prezioso per tutti noi. Ringrazio la società Lucchese che mi ha permesso di prendere il timone di questa squadra. Infine e non ultimo per ordine di importanza vorrei ringraziare ogni singola giocatrice che ha contribuito con ogni suo sforzo, fino all’ultima goccia di sudore, al raggiungimento dell’obiettivo prefissato. Ho sentito il loro sostegno e la loro massima fiducia sin dal primo giorno, soprattutto nei momenti difficili, dove si vedevano i risultati della metodologia, ma non se ne raccoglievano i frutti desiderati. Ci abbiamo creduto, tutti insieme, come tanti piccoli anelli che hanno composto una catena, a discapito di chi ci dava ormai per spacciate. Devo dirvi grazie per aver creduto in quello che stavamo facendo. Oggi più di ieri posso dirvi che sono fiera di VOI, che siamo cresciute insieme e che qualunque sia il nostro destino, in questa esperienza ho incontrato persone vere, ho costruito rapporti importanti che sono sicura andranno oltre il rettangolo di gioco. Con voi ho capito il significato fondamentale della parola "empatia". E' da qui che ripartirò. Spero di aver lasciato qualcosa in ognuna di voi. Porterò per sempre nel cuore questa esperienza. Grazie di tutto. La vostra compagna-mister Priscilla".