Esclusiva TCF - Torres, Congia: "Il nostro segreto è mister Ardizzone, vogliamo arrivare più in alto possibile. Il mio gol con l'Hellas è dedicato a due persone che non ci sono più"

21/09/2022 - 19:15


Lei è il capitano. Una delle figure simbolo di una Torres Femminile che ha iniziato il campionato cadetto andando a conquistare tre punti in casa dell'Hellas Verona, una delle candidate alla promozione in Serie A. Valentina Congia è una che ha le idee chiare. Ogni suo concetto va dritto al bersaglio.

"Il segreto della Torres? Mister Ardizzone. Abbiamo chiuso il campionato scorso con una fantastica striscia di risultati positivi. In estate qualche ragazza importante è andata via. Sono cambiate alcune interpreti ma è rimasto il mister. Con le sue idee, con il suo progetto tattico, con il suo carisma, con il suo modo di insegnare. Mister Ardizzone è un tecnico che dovrebbe essere più valorizzato nel mondo del calcio femminile".

A Verona hai segnato il gol decisivo.

"Da difensore centrale mi capita di rado di scaraventare palloni in rete. Ma quando c'é da togliere le castagne dal fuoco allora arrivo io. La mia rete nel finale di gara non è stata frutto del caso. L'abbiamo cercata, voluta. Lottando per ogni metro di campo".

A chi dedichi la tua prodezza?

"A due persone che non ci sono più. Ad Alessia Sanna che ci ha lasciate nel febbraio scorso e al papà del direttore Muggiano. Noi abbiamo vinto a Verona in quello che sarebbe stato il giorno del suo compleanno".

Dove può arrivare questa Torres?

"Purtroppo siamo arrivate alla prima di campionato senza aver disputato amichevoli. Quindi senza esserci misurate con squadre del nostro livello. Però una cosa è certa: noi vogliamo fare tanto bene e arrivare più in alto possibile".

TCF (1 - segue)